Barletta: Ispezione/analisi questionario – Centro Studi Futura, progetto Salvo D’Acquisto

I volontari del Centro Studi Futura hanno realizzato e analizzato un questionario dei bisogni

QUESTIONARIO SUI SERVIZI A TUTELA DEI CONSUMATORI PRESENTI SUL TERRITORIO
Relazione

Gli operatori volontari del servizio civile del progetto Salvo D’Acquisto – sede di Barletta – presso il Centro Studi Futura hanno somministrato agli utenti un questionario/mappa dei bisogni volto a verificare il grado di soddisfazione per i servizi presenti sul territorio inerenti all’informazione sui diritti civili assistenziali previdenziali.
Al fine di una maggiore comprensione, si inserisce qui di seguito il questionario distribuito agli utenti.
1 – DATI ANAGRAFICI
SESSO:
M F
ETÀ:
meno di 20 20-29 30-39 40-49 50-59 più di 60
2- HAI BISOGNO DI RICEVERE INFORMAZIONI SU DIRITTI SOCIALI ASSISTENZIALI PREVIDENZIALI?
per niente poco abbastanza molto
3 – HAI UN CAF DI FIDUCIA A CUI RIVOLGERTI?
si no
4 – IN CASO DI RISPOSTA POSITIVA, SEI SODDISFATTO/A DEL SERVIZIO RESO DAL CAF?
per niente poco abbastanza molto del tutto
5 – TI SEI MAI RIVOLTO/A AL COMUNE O AD ENTI PUBBLICI PER RICEVERE INFORMAZIONI SU DIRITTI CIVILI ASSISTENZIALI PREVIDENZIALI?
si no
6 – IN CASO DI RISPOSTA POSITIVA, SEI SODDISFATTO/A DELL’OFFERTA INFORMATIVA RESA?
per niente poco abbastanza molto del tutto
7 – HAI MAI CONSULTATO SITI WEB DEL COMUNE O DI ENTI PUBBLICI PER REPERIRE INFORMAZIONI SU DIRITTI CIVILI ASSISTENZIALI PREVIDENZIALI?
si no
8 – IN CASO DI RISPOSTA POSITIVA, SEI SODDISFATTO/A DELL’OFFERTA INFORMATIVA RESA?
per niente poco abbastanza molto del tutto
9 –NEL COMPLESSO, SEI SODDISFATTO/A DELL’OFFERTA INFORMATIVA PRESENTE NEL TUO TERRITORIO?
per niente soddisfatto poco soddisfatto soddisfatto molto soddisfatto
10 – PENSI DI AVER BISOGNO DI UN ENTE CHE TI INFORMI PERIODICAMENTE SU DIRITTI CIVILI ASSISTENZIALI PREVIDENZIALI?
si no

Il questionario è stato somministrato ad oltre trenta utenti, di cui due terzi donne ed un terzo uomini, ed è stato sottoposto ad esponenti di tutte le classi di età prese in considerazione, con particolare riferimento alla fascia di età compresa tra i 20 ed i 29 anni (circa il 30% degli utenti), che rappresenta – generalmente – l’età in cui si comincia a lavorare e ad informarsi sui propri diritti sociali assistenziali previdenziali.
Alla compilazione dei questionari ha fatto seguito l’analisi e la rielaborazione dei dati raccolti.
Da questa seconda fase è emerso che la maggior parte degli utenti (circa il 90%) ha manifestato l’esigenza di ricevere informazioni su diritti sociali assistenziali previdenziali.
Si evince, pertanto, che gran parte degli stessi, infatti, ha un CAF di fiducia a cui rivolgersi per ottenere tali informazioni, dichiarandosi ampiamente soddisfatta del servizio reso dai patronati.
Le risposte degli utenti, invece, non sono così nette per ciò che concerne l’offerta informativa resa dal Comune o da altri enti pubblici presenti sul territorio, sia tramite appositi sportelli informativi che tramite siti web. Solo la metà dei consumatori a cui è stato somministrato il questionario, infatti, ha dichiarato di essersi rivolto ad enti pubblici territoriali e di aver trovato soddisfacente il servizio da questi reso.
Dai dati fin qui elencati, si può già intuire il grado di soddisfazione complessivo degli utenti in riferimento all’offerta informativa presente sul territorio (privata e non); ed infatti circa il 70 % degli utenti si è dichiarata (normalmente) soddisfatta della stessa.
Infine, circa il settanta per cento dei consumatori intervistati avverte il bisogno della presenza, sul territorio, di un ente che possa tenerli costantemente informati sui diritti sociali assistenziali previdenziali; in particolare, nelle fasce di età oltre i 40 anni tale bisogno è avvertito da pressochè tutti gli utenti a cui è stato somministrato il questionario (circa il 95%). La motivazione di questo dato è semplice: i più giovani, infatti, hanno una maggior capacità di ricercare informazioni tramite appositi siti web ovvero di recarsi più facilmente ad un CAF di fiducia; e ciò è confermato anche dal fatto che (quasi tutti) gli utenti compresi nella fascia di età tra i 20 e i 29 anni si sono dichiarati soddisfatti dell’informazione resa da appositi siti web del Comune o di altri enti pubblici.
Grazie a tutti i dati raccolti, gli operatori volontari del servizio civile del progetto Salvo D’Acquisto – sede di Barletta – presso il Centro Studi Futura, hanno potuto trarre le seguenti conclusioni:
– il servizio reso dai patronati presenti sul territorio è ampiamente soddisfacente e assicura a gran parte dei consumatori un’adeguata informazione sui diritti sociali assistenziali previdenziali loro spettanti;
– è migliorabile, invece, l’informativa resa da enti pubblici, magari anche rendendo la consultazione di appositi siti web più semplice per coloro che sono meno avvezzi all’uso del computer;
– è opportuno incentivare l’istituzione di appositi enti (anche privati e di volontariato) che possa migliorare l’offerta informativa presente sul territorio.

Progetto SALVO D’ACQUISTO – BARLETTA
Giovanni Di Pilato
Maria Cristina Gentile
Vito Lovreglio
Riccardo Papeo

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*