Potenza: Questionario dei bisogni – Centro Studi Futura, progetto Salvo d’Acquisto

Questionario dei bisogni realizzato dai volontari del Centro Studi Futura

I bisogni del cittadino
Questa statistica, realizzata nell’ambito del progetto Salvo D’Acquisto con il Centro Studi Futura, rappresenta il risultato di un’indagine relativa ai bisogni dei cittadini in relazione ai servizi istituzionali presenti sul territorio di appartenenza.

RISULTATI DELL’INDAGINE STATISTICA

Totale campione: 37 soggetti
Dal grafico si evince che la suddivisione per genere è piuttosto squilibrata con una maggioranza del genere femminile, con il 73,3 % rispetto al genere maschile con il 26,7 %.

Il grafico illustra la suddivisione per fasce d’età. Come si può notare la maggioranza degli utenti che ha risposto al questionario sono quelli con età compresa tra i 18 e 29 anni (40%), a seguire quelli con età pari a 50 o più anni (23,3%).

Per quanto riguarda il grado di istruzione risulta che la maggioranza degli utenti che ha risposto ai quesiti sia diplomata (40%), con a seguire gli utenti con la laurea triennale (23,3%).

La maggioranza degli utenti (43,2%) ha dichiarato che la frequenza con cui vengono utlizzati i servizi offerti dalle Istituzioni è nella media.

Alla domanda posta qui sopra, gli utenti hanno dichiarato un maggiore bisogno di ampliare i trasporti pubblici con il 54,1 % , con al secondo posto la digitalizzazione P.A. con il 21,6%.

Dal grafico qui sopra si può notare come la maggioranza del campione preso in esame abbia risposto in modo negativo all’efficienza del trasposto pubblico, con il 48,6%.

La maggioranza degli utenti ha risposto che i servizi che vorrebbero venissero offerti siano al primo posto le bici elettriche con il 43,2%, internet point gratuito al 37,8% e per ultimo dei centri doposcuola per ragazzi in età scolare con il 35,1%.

Secondo il grafico, il 40,5% degli utenti ha risposto che, per favorire l’inserimento sociale degli utenti con disabilità, sia necessario un supporto scolastico per minori con disabilità.

Osserviamo che il 43,2 % del campione ha trovato mediamente esaustiva l’informativa per l’accesso alle misure assistenziali INPS erogate causa Covid-19.

Come prevalenza si ha una risposta abbastanza positiva al 40,5% per quanto riguarda l’efficienza dei servizi istituzionali da remoto.

La maggioranza ha risposto che non ritiene necessario un servizio aggiuntivo, ma propongono diversi servizi che ritengono necessari anche se con una percentuale più bassa. Qui di seguito sono elencati i servizi proposti:
⦁ Servizio mail
⦁ Notifica via mail
⦁ Verde pubblico
⦁ Ufficio relazioni con i cittadini
⦁ Bici elettriche
⦁ Maggiore flessibilità
⦁ Assistenza sportello online
⦁ Assistenza domiciliare agli anziani

La maggioranza degli utenti ha risposto che ripone una fiducia media nelle Istituzioni con il 54,1%,
con a seguire il 32,4% che ha risposto con maggiore fiducia.

CONCLUSIONI
Partendo dai dati raccolti e dalle considerazioni esposte nei grafici precedenti, è possibile trarre una conclusione positiva, in quanto il questionario sia stato accolto in maniera favorevole dall’utenza che non si è mostrata contraria alla compilazione. La forma online con cui è stato somministrato il questionario, causa Covid-19 e norme di distanziamento, ha avuto successo in diverse fasce d’età.
La maggioranza ha risposto in maniera mediamente positiva alle domande del questionario somministrato, segnalando come servizio carente principalmente l’inefficienza dei traporti pubblici, di cui i cittadini richiedono una maggiore presenza.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*