Napoli: Questionario dei bisogni – Centro Studi Futura, progetto Salvo d’Acquisto

Questionario dei bisogni realizzato dai volontari del Centro Studi Futura

ISPEZIONE E ANALISI DEI RISULTATI DEL QUESTIONARIO/MAPPA DEI BISOGNI DEI CONSUMATORI.
Durante il sondaggio in esame è stato somministrato un questionario agli utenti che avesse lo scopo di far emergere le loro preferenze, i loro dubbi e le loro critiche al servizio offertogli in ambito di assistenza fiscale e previdenziale.
L’analisi parte dall’inquadramento delle generalità personali degli intervistati, infatti la prima domanda era orientata a conoscere il sesso dell’intervistato e ne è emerso che il 70% è costituito da donne contro il 30% rappresentato dagli uomini, di cui il 63% rientra nella fascia di età che va dai 25 ai 40 anni.
I nostri utenti sono principalmente persone in possesso di un titolo di istruzione secondaria di secondo grado (44.4%) o in possesso di lauree sia triennali (11.1%) che magistrali (40.7%), di cui solo il 37% attualmente risulta impiegato.
Il 50% degli intervistati ha affermato di rivolgersi ai caf del territorio nel momento in cui si ritrova a dover richiedere informazioni o assistenza in ambito fiscale e previdenziale, mentre l’altro 50% comprende coloro che per ottenere informazioni si rivolgono al commercialista di fiducia, ai patronati o che fanno ricerche su internet.
Circa la metà degli utenti si dichiara soddisfatto dei servizi ricevuti, il 30% ha espresso piena soddisfazione e la rimanente percentuale fa riferimento a vari livelli di insoddisfazione. Questi ultimi sono dovuti a due principali motivazioni, la prima fa riferimento al personale non competente che spesso non sa gestire le pratiche affidategli, mentre la seconda alla difficoltà di reperire le informazioni richieste. Spesso l’utenza non riesce a comprendere a pieno le soluzioni presentategli dal Caf perché in contraddizione con quanto espostogli da altri Caf competitor.
Infine è stato richiesto agli intervistati di esporre dei suggerimenti per implementare e rendere più efficiente il servizio sulla base delle carenze enunciate: il primo suggerimento è quello di effettuare assunzioni di personale più competente e specializzato, il secondo di snellire, semplificare e velocizzare le procedure avvalendosi anche di procedure on-line. A tal riguardo i nostri utenti hanno espresso lamentele riguardo la carenza di servizi on-line soprattutto in un periodo come quello che stiamo vivendo in cui sarebbe utile ad evitare lunghe file ed assembramenti.
In generale possiamo affermare che i nostri utenti si ritengono soddisfatti del servizio che gli viene offerto, ad eccezione di alcuni casi in cui gli stessi hanno presentato lamentele, ma anche spunti di riflessione che possano portare a un cambiamento per ottenere in futuro un 100% di utenti soddisfatti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*