Battipaglia (SA): Questionario dei bisogni – Centro Studi Futura, progetto Salvo d’Acquisto

Questionario dei bisogni realizzato dai volontari del Centro Studi Futura

FUTURA CENTRO STUDI PROGETTO SALVO D’ACQUISTO – BATTIPAGLIA
I volontari hanno somministrato un questionario composto da 5 domande ad un campione di 35 persone per valutare i bisogni degli utenti in relazione alle carenze di servizio presenti sul territorio di attuazione del progetto. I campioni considerati sono soggetti la cui fascia anagrafica va dalla giovane età fino a quella più adulta. Le domande in questione sono state:
1) Quali sono i principali problemi che voi utenti sollevate solitamente agli enti pubblici del territorio?
2) Le informazioni vengono diffuse in maniera chiara?
3) Preferite una maggiore digitalizzazione dei servizi o avere un contatto fisico con i vari sportelli e servizi di assistenza?
4) Ritenete sia opportuno avere uno Scadenziario che vi ricordi periodicamente le scadenze delle domande 730, assegni familiari, ISEE, ecc.?
5) Ritenete che i tempi di attesa all’interno degli uffici ed eventuali spese siano proporzionali alla qualità ed efficienza del servizio offerto?
Relativamente alla prima domanda un po’ più generica, gli utenti hanno manifestato problemi per quanto riguarda la disorganizzazione di alcuni Enti e la poca formazione del personale. Si è pensato di suggerire quindi eventuali corsi di formazione e controlli periodici per offrire un servizio più completo.
Alla domanda 2 gli utenti hanno sostenuto che spesso le informazioni sono poco chiare, a tratti anche confusionarie, si suggerisce quindi di essere più pazienti e chiari nei confronti degli utenti in particolar modo gli anziani che hanno bisogno di una spiegazione o chiarezza in più. A tal proposito si collega la domanda numero 4 in quanto, gli utenti molto spesso hanno difficoltà a ricordare eventuali scadenze periodiche. Si propone quindi una maggiore presenza nella loro vita quotidiana mediante la creazione di uno Scadenziario da potergli fornire o un sms che possa ricordargli il termine ultimo per determinate domande o richieste.
Per quanto riguarda invece la domanda 3, la maggiore digitalizzazione è richiesta dai più giovani per evitare eventuali file di attesa proponendo cosi un’APP per la prenotazione del proprio turno, possibilità di inviare propri documenti mediante una semplice scansione, possibilità di compilazione delle proprie domande, richieste appuntamenti e cosi via. Ma quella che sembra una soluzione per i giovani, non lo è per gli anziani che richiedono un maggiore contatto con il personale, maggiore supporto e consiglio. Per quanto possa essere un’ottima soluzione in realtà il contatto con il personale nella maggior parte dei casi è preferito in quanto si potrebbero creare facilmente fraintendimenti e problemi digitalizzando il tutto.
Infine, mentre da un lato gli utenti hanno avuto da ridire relativamente alle file di attesa piuttosto lunghe proponendo quindi l’assunzione di più personale, dall’altro sono comunque soddisfatti delle poche spese da sostenere e di una giusta proporzione tra qualità ed efficienza dei servizi offerti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*